sabato, aprile 26, 2008

Cinema cinema cinema!!!

Abbiamo un bellissimo album fotografico del lombrico, alcuni bei titoli per la nostra biblioteca, qualche video ed anche un po' di musica... potevamo dimenticare il cinema?!
Certamente no!
Quindi ecco una nuova sezione del blog (ancora un'altra?! Sìììì!). Vorremmo provare a creare una piccola cineteca, un elenco di titoli che in qualche modo possono essere particolarmente interessanti per chi, come noi e come voi, si occupa di agricoltura, ma anche di sociale, di economia solidale, di biodiversità, di relazioni uomo-animali/piante, di relazioni umane, di relazioni ... e chi più ne ha più ne metta ... fate voi.
Anche il cinema può contribuire alla creazione delle idee, dei pensieri, a creare una maggiore consapevolezza.
Come nostra abitudine, qualcuno di noi inizia, invitiamo tutti voi a continuare l'elenco.

----------

Dopo questa bella introduzione... per contraddirci subito, iniziamo con una commedia leggera leggera, poche idee e pochi pensieri profondi, che forse senza esagerare potremmo definire una commedia avventurosa semidemenziale, ma ricordo di aver riso tanto, di aver visto per la prima volta il parto di un vitello (anche se in quell'occasione su grande schermo) e poi in quel periodo sognavo forse un po' di fare il cowboy...
Scappo dalla città - La vita, l'amore e le vacche (1991)

Per farmi perdonare segnalo subito una bellissima e dolcissima commedia dello stesso periodo, Benny & Joon (1993): Joon è una ragazza carina, con un grande senso artistico ma ... squilibrata e vive assieme al fratello Benny (Aidan Quinn). Ad un certo punto entra in scena Sam (Johnny Deep), personaggio a dir poco stravagante, che però riesce dove tanti altri avevano fallito con Joon, anzi forse Joon è la sola in grado di seguirlo. Anche bellissima colonna sonora e grandissime imitazioni da parte di J.Deep di B. Keaton e C. Chaplin.

Cresceranno i carciofi a Mimongo (1996): storia di un neolaureato in agraria con tesi sulla crescita del carciofo nei climi aridi. Disagio giovanile, difficoltà d'inserimento nel mondo del lavoro, arte d'arrangiarsi... divertente ed ironico... alla fine i carciofi a Mimongo crescono..

The Agronomist (2003): l'agronomo in questione è Jean Dominique, da Haiti... E' un documentario, bello bello bello e commovente!

Alla luce del sole (2005) di Roberto Faenza, da vedere non tanto o non solo perchè è la storia di don Giuseppe Puglisi e della sua sfida e impegno nel quartiere di Brancaccio a Palermo, ma anche per il forte messaggio pedagogico e per il rapporto che don Pino è in grado di stabilire con i ragazzi.

Salvatore - Questa è la vita (2006): in questo film l'attività agricola è fatica e sacrificio, così come la pesca. Sono le attività di sostentamento di un bambino orfano che si fa carico della nonna e della sorellina. Bello perchè sullo sfondo ci sono la difesa dei diritti dei bambini e la relazione educativa fra adulti e ragazzi, nel film in particolare fra Salvatore e il giovane maestro di scuola che, non riuscendo a portare Salvatore in aula, lascia l’aula per portare la scuola a casa di Salvatore, sulla sua barca, tra le serre di pomodori.

L'attimo fuggente (1989): "Non importa cosa si dice in giro: parole e idee possono cambiare il mondo." (Prof. Keating)

Babe - Maialino coraggioso (1995): favola di animali parlanti in cui grazie all'intelligenza, il coraggio, la sincerità, la gentilezza Babe riuscirà a sovvertire le regole della fattoria.

Brubaker (1980): Brubaker (Robert Redford) è il direttore riformista di un penitenziario negli Stati Uniti. Bellissimo!

L'aria salata (2006): la storia di Fabio, un giovane educatore, che lavora in un penitenziario. Qui, per caso, ritrova il padre, condannato per omicidio e trasferito da un altro penitenziario. Tante le reazioni alla scoperta, sia da parte del figlio che da parte del padre. L’idea del film è nata durante il periodo in cui il regista prestava volontariato nel carcere di Rebibbia.

Into the wild (2007): tratto dal libro di Jon Krakauer "Nelle terre estreme". Racconta la storia di un giovane che, abbandonata la vita normale di tutti i giorni (con tutti gli annessi e connessi, soldi, casa, lavoro, ...), va a vivere nella selvaggia Alaska! Tante tematiche, la fuga, la ricerca della conoscenza di sè, della libertà, il fascino dell'ambiente naturale e selvaggio, ma forse la cosa più bella (parere molto personale) è intuire via via che tutte le persone che Chris incontrerà lungo la strada contribuiscono in qualche modo all'acqusizione graduale della "saggezza", quasi incosapevolmente, grazie alla sincerità e profondità degli incontri con queste persone. Ah dimenticavo, regia di Sean Penn.

a.g.


Per ricevere direttamente in posta i nuovi articoli, inserisci il tuo indirizzo e-mail:


oppure iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!
Per maggiori informazioni sui feed, clicca qui!

Stampa il post

7 commenti:

meristemi ha detto...

Ci sarebbe la Cospirazione con ralph Phiennes, ma personalmente non mi è piaciuto. http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=36033

Un bell'elenco di film e documentari a tema li trovi qui:
http://www.grinningplanet.com/6001/environmental-movies.htm

Anonimo ha detto...

grazie grazie grazie!!!!!

bello l'elenco che ci hai indicato, ho già trovato alcune cose interessantissime e... ho ritrovato un filmettino che avevo visto in Tv e di cui non ricordavo più il titolo e che avrei voluto inserire nel post fra gli altri film. Lo faccio ora, ciao angela.

Greenfingers il titolo originale, in Italia arrivato come Pollice verde, del 2000.

La trama: due detenuti in un carcere di minima sicurezza, scoprono di avere la passione per il giardinaggio. Grazie alla guida e alla competenza di un'esperta di orticoltura, riescono a partecipare ad un prestigioso concorso floreale.

Anonimo ha detto...

sposto qui una parte del commento dell'amica equipaje, solo per comodità e per non perderlo. a.g.

all'elenco dei film aggiungerei appunto anche _Placido Rizzotto_ (che narra dell'occupazione delle terre in Sicilia nel 1948 etc, un film durissimo, di grande forza)

Anonimo ha detto...

The Real Dirt on Farmer John (La sporca verità sul contadino John)
regia: Taggart Siegel, USA, 2005.

qui alcune info sul film
http://newsletter.slowfood.com/tm/05/tmita.html

ed il sito dell'azienda agricola di John Peterson
http://www.angelicorganics.com/

BIOGIGIA ha detto...

IL VENTO FA IL SUO GIRO...UN BELLISSIMO FILM A MILANO AL CINEMA MEXICO È RIMASTO FUORI PER MOLTISSIMI MESI....

Anonimo ha detto...

grazie, ho sentito parlare del 'Vento fa il suo giro', ma non lo trovo... Ma bisogna venire a Milano per vederlo?

altra segnalazione, il documentario Our daily bread
regia: Nikolaus Geyrhalter, Austria, 2005
www.ourdailybread.at

Il film racconta la catena di produzione del cibo dalla coltivazione/allevamento al raccolto/macellazione, solo con immagini e senza dialoghi o musiche, solo i rumori dell'ambiente in cui si riprendono le scene. Quello che mangiamo tutti i giorni..

a.g.

Anonimo ha detto...

Si può fare
Da vicino nessuno è normale

Film molto bello, divertente, emozionante. In fondo una dedica: a tutte le persone impegnate e che lavorano nelle cooperative sociali.

Il sito ufficiale del film http://sipuofarefilm.it